In primo piano

Illusione o realtà ?

IMG_2564

Molte culture parlano di realtà illusoria ,il velo di maya….stato di sogno etc………

Dunque, cos è che vediamo realmente?     cosa vuol dire illusione?

 

 La risposta a entrambe le domande è “La Coscienza”. I nostri corpi sono una proiezione olografica della nostra coscienza e sono la somma totale di ciò che crediamo e pensiamo di noi stessi.  Se riusciamo a cambiare le convinzioni che abbiamo su noi stessi, e in tal modo cambiare l’energia che definisce il nostro campo energetico umano, allora potremo cambiare l’impronta energetica alla quale si conformano i nostri corpi.
Come possibile che le emozioni che provo siano finte ?la rabbia che provo è vera!
Le emozioni Nascono dall ‘incapacità di vedere quello  che veramente accade nel mondo intorno a noi .
Se noi cogliessimo la realtà oltre l illusione, non proveremmo mai emozioni negative ,non saremmo  mai depressi, arrabbiati o gelosi, vittime delle nostre emozioni, identificati con esse
Noi crediamo che un evento esterno ,oggettivo, causi il nostro  fastidio, invece sono i vecchi schemi di pensiero che ci portiamo dentro ,le nostre credenze in relazione a situazioni passate o basate su quello che sentiamo o  che ci  hanno detto, che creano il nostro sentito

Quando una persona o una situazione vengono osservati dall ‘interno degli schemi di pensiero, della macchina biologica ,il giudizio riguardo ad essi, risulta interamente falsato.
Poiché noi percepiamo il mondo in base a quello che siamo in quel momento: ai nostri pensieri ,ricordi legati al passato e ai pensieri legati all’ansia del futuro , filtriamo i nostri giudizi e la nostra realtà illusoria a seconda di quello che abbiamo già  vissuto, alle bolle di memoria , non guardando fuori .
Nella vita non esiste nulla che sia davvero oggettivo e reale, ma dipende dagli occhi di chi lo stà osservando.(fisica quantistica) l osservatore  cambia ciò che osserva

pensiero_energia_materia

La fisica quantistica abbatte definitivamente l’utopia di una realtà oggettiva. La natura di ogni fenomeno osservato è inevitabilmente “soggettiva” e varia in relazione a colui che la percepisce. Una delle maggiori stranezze della fisica quantistica è che quando cerchiamo di isolare e osservare un singolo raggio di luce (fotone), in quell’istante il fotone si trasforma in una particella; allo stesso modo, quando osserviamo una particella, in quell’istante si ritrasforma in raggio di luce, come se noi, che stiamo osservando, potessimo influenzarne la natura.
Questo è il principio della trasformazione dell’energia in massa e viceversa, scoperta da Albert Einstein nel 1921, ma la cosa inspiegabile è quell’influenza dell’osservatore, come se le particelle avessero una coscienza che interagisce con la nostra, modificando il loro stato fisico.


T
utto quello che facciamo o comunichiamo, nasce dalla nostra personale percezione.
Il nostro mondo interiore definisce chi riteniamo di essere, cosa aspettarci dalla vita, come possiamo agire nel mondo, quali sono le nostre peculiari risorse, convinzioni e limiti.
Ad ogni parola, gesto, situazione, abbiamo bisogno di dare un significato per sapere come comportarci e questo significato lo cerchiamo dentro ,nella nostra memoria ,così facendo, ripetiamo sempre gli stessi schemi e le stesse tentate soluzioni ,poiché quello che per noi è vero non lo sarà per un’altra persona ,il significato lo diamo noi per come lo percepiamo non per com è veramente.

carcere3
Ecco perché per  la realtà non si può cercare dentro ,bensì  fuori!
Solo guardando fuori possiamo capire come siamo dentro e solo lavorando su schemi ,credenze, possiamo crearci una realtà migliore .
Le emozioni negative nascono dai nostri ricordi e da quello che associamo ad essi, nella vita presente.
Questi ricordi si imprimono nella nostra memoria emozionale e plasmano la nostra vita presente e futura

cappello-borsalino-giallo-con-fascia-a-contrasto


Es…
Vediamo una persona con il cappello giallo e subito giudichiamo ,poiché la nostra mente in passato aveva associato una persona antipatica al cappello giallo ,ed ecco che ogni cappello giallo che vediamo, subito, l’ associamo a quella persona del passato e senza conoscerla, cio è senza sapere realmente chi sia, la etichettiamo come quella del passato ,questo processo è immediato ,non mediato dalla mente ,come se fosse una sensazione nascosta che viene accesa dal ricordo del cappello.
Così il giudizio lavora dentro di noi e in pochi istanti ,pensiero dopo pensiero ,senza esserne consapevoli la nostra mente finisce  per valutare e allontanare quella persona,che non ha nessuna colpa!

la realtà è illusoria poiché la cerchiamo dentro ,e quello che troviamo è una realtà distorta dalla nostra mente e da ciò che pensiamo di essere   (identità) alla quale ci aggrappiamo , a seconda della situazione o ruolo che nella vita ,vogliamo o  dobbiamo recitare.

Come cambiare la nostra realtà in modo consapevole ?

è un lavoro di costante di ricerca di  presenza, dei propri sentimenti ,emozioni, pensieri ,ristrutturazione di schemi e credenze limitanti ,di volontà ,disciplina e pratica costante ,ma a cui tutti si possono avvicinare.

Scala_verso_la_liberazione coscienza

  L’ invito è di iniziare un cammino ,non importa quale sia ,nel viaggio si potrà cadere ,ma poi ci si rialzerà più forti di prima ,come un bimbo che per imparare a camminare cade ,anche per noi sarà importante cadere, per imparare,ad alzarci da soli ,così facendo saremo nella nostra forza e quando e se cadremo nuovamente ,avremo le forze  e gli strumenti per alzarci  e continuare il cammino

Realtà o illusione ? possiamo scegliere di aprire gli occhi per vedere! o rimanere cechi per sempre raccontandoci sempre la stessa storia!

La distinzione tra passato, presente, futuro non è che una illusione, per quanto tenace sia.
(Albert Einstein)

Scritto da Walter

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *